Borgotaro Bambino di 5 anni scappa dall’asilo ma per il giudice i docenti non hanno colpe

Borgotaro Bambino di 5 anni scappa dall’asilo ma per il giudice i docenti non hanno colpe

L’affidamento di un minore, effettuato dai genitori ad un istituto scolastico o asilo, comporta per questo e per chi agisce su suo incarico, il dovere di vigilare il minore, controllando, con la dovuta diligenza e con l’attenzione richiesta dall’età e dallo sviluppo psicofisico, che questi non venga a trovarsi in situazioni di pericolo, con conseguente possibilità di pregiudizio per la sua incolumità.  Eppure questa logica sembrerebbe che non valga per i docenti della scuola materna di Borgo Val di Taro dove nel 2011 un bimbo di 5 anni aveva lasciato l'asilo per tornare a casa da solo affrontando tutti i pericoli del traffico, i balordi in giro per il paese e... si potrebbe continuare (ma il solo pensiero ci rabbrividisce) e il tutto è finito con l’assoluzione del personale perché il fatto non costituisce reato.

Cioè; assolti a priore i dirigenti scolastici, sui quali non grava la culpa in vigilando, che pesa invece sul personale docente, le due maestre impegnate quel giorno dopo sette anni di processo sono state giudicate innocenti, quindi tutti noi ci domandiamo di chi cavolo è colpa? Dei genitori che avevano affidato il figlio al personale dell’asilo? Del bimbo di 5 anni?

Facebook Comments

leave a comment

Create Account



Log In Your Account