Borgotaro è stato a lungo “di sinistra”. Ma il filo si è spezzato.

Borgotaro è stato a lungo “di sinistra”. Ma il filo si è spezzato.

Il Pd, attraversato dai soliti spifferi interni, preso nella tenaglia fra grillini e Lega, abbandonato quasi completamente dagli attivisti (10 presenti all’ultima segreteria) fiuta già da ora la sconfitta alle prossime Comunali. Il Sindaco Diego Rossi, persona proveniente dalla cosiddetta casta radical chic, si è rivelato poco adatto alle ruvidezze della vita amministrativa di un periodo così difficile per il paese. Il suo sinistrismo di maniera promotore di riforme o cambiamenti politici e sociali più appariscenti e velleitari che sostanziali contrasta con la paura dei cittadini, con il senso di insicurezza e di abbandono che si percepisce in paese. E qui viene il filo spezzato con la sinistra che "sottovaluta il disagio", con il Partito Democratico che "vive chiuso nel suo sistema feudale".

Manca il lavoro e per quel poco che c’è bisogna fare a “pugni” con gli stranieri che accettano tariffe sotto valore di mercato, decine di furti nelle case, disservizi e tasse troppo alte. Quello che più infastidisce la cittadinanza però è la mancanza di rispetto per i minimi diritti. Giovani donne costrette ad andare a partorire in pianura affrontando in inverno strade malmesse e spesso rese pericolose dal ghiaccio e neve. Certo, per la chiusura del punto nascite ognuno ha le sua colpe, i Sindaci, la Regione ed il Governo con il Ministro Lorenzin. Tutti però della casta radical chic del PD.

E poi c’è la ceramica, da San Rocco ma soprattutto dalla località “le Spiaggge” di Borgotaro molti cittadini denunciano il perdurare di sintomi legati alla allergia anche fuori stagione. Bambini dal pediatra, anziani al Pronto Soccorso e cittadini costretti ad abbandonare le proprie abitazioni in cerca di aria buona da respirare. La sensazione è che porzioni molto grandi del paese siano sfuggite di mano e lo si legge nel disagio e nella rabbia dei residenti che, dopo una certa ora, evitano di uscire di casa. Si perché le emissioni di scarico della fabbrica di ceramica si verificano maggiormente di notte quando i controlli e l’attenzione nell’area industriale ovviamente sono molto minori e mentre il Sindaco del PD dorme.

Il filo si è spezzato.

Facebook Comments

comments

leave a comment

Create Account



Log In Your Account