Dipendenti Laminam e PD indifferenti ai sentimenti e alla morale comune

Dipendenti Laminam e PD indifferenti ai sentimenti e alla morale comune

Borgo Val di Taro – Laminam: i dipendenti scrivono ai sindaci dell’Alta Valtaro una lettera pubblica che non include neppure un cenno ai disagi della popolazione di Borgotaro che sta subendo l’intossicazione dei fumi maleodoranti (300 persone hanno avuto bisogno delle cure dei medici, quasi 100 i bambini!

Una lettera talmente indifferente ai sentimenti e alla morale comune che a tutti i lettori fa venire dubbi sulla veridicità degli autori.

“La fabbrica sta facendo crescere la piccola imprenditoria locale”
In questo momento segnato da un alto punto di criticità nei rapporti tra Laminam e una parte della cittadinanza, in qualità di dipendenti del sito produttivo Laminam di Borgotaro sentiamo il bisogno di lanciarvi un appello affinchè non rimanga nell’ombra il nostro punto di vista.
L’arrivo di Laminam a Borgotaro ha rappresentato una grande opportunità di lavoro che, se non si fosse realizzata, avrebbe messo seriamente in difficoltà almeno 87 famiglie della valle. A quello di noi 87 dipendenti si è aggiunto il lavoro per imprese artigiane, commercianti e operatori alberghieri e della ristorazione. La presenza di Laminam sta facendo da volano per la crescita della piccola imprenditoria locale a vantaggio della creazione di ulteriori posti di lavoro.
Crediamo che l’imprenditore abbia trovato un patrimonio di professionalità che stiamo dimostrando nel lavoro quotidiano per realizzare prodotti innovativi di altissima qualità e venduti in tutti i mercati mondiali: questo patrimonio crediamo sia un elemento di attrattiva della nostra valle. Inoltre, il nostro sistema scolastico ha tutte le caratteristiche per rispondere alle future necessità professionali di Laminam, la quale ha già dato avvio a 3 nuovi rapporti di lavoro con giovani usciti dagli Istituti scolastici locali.
Ci piace ricordare che già in altre occasioni avete dimostrato di credere nelle nostre potenzialità e in quelle di questo sito produttivo. Ora abbiamo bisogno di un segnale da parte vostra che ci aiuti in questo periodo, per noi di forte disagio, a comunicare quello che noi vediamo e tocchiamo con mano ogni giorno: una grande e innovativa struttura produttiva e organizzativa, la serietà della proprietà e la volontà di far crescere un grande progetto per la Valtaro. Non ultima, la volontà aziendale e l’impegno quotidiano volto a risolvere il disagio olfattivo nel tempo più breve possibile.
Il nostro desiderio è che possiate avvicinarvi di nuovo a Laminam in questo momento di difficoltà e sostenere la prospettiva di crescita che ci è stata data.
La comunicazione, così delicata e nello stesso tempo così forte e urlante in queste settimane, ha bisogno di attori importanti ed autorevoli come potete essere voi e come hanno già dimostrato di essere il Sindaco Rossi e negli ultimi giorni, il Sindaco di Berceto Luigi Lucchi.
Grazie per l’attenzione
I dipendenti Laminam di Borgotaro
—————————————————————————————–

Questa la risposta di Gianpaolo Sepagli (CHE NON E’ UN SINDACO DELLA VALTARO) che accusa alcuni protagonisti degli scontri sul caso Laminam di fare polemica solo per la visibilità e “un po’ di propaganda politica” e di “polemiche esagerate”:
Neanche il politico del PD fa cenno ai tanti cittadini che hanno subito danno alla salute…. 
Puzza a Borgotaro – Sfoghi cutanei di due scolari
delle scuole di San Rocco.
(fotogrammi dal TG di RTA Videotaro del 12/4/17)
 
“Carissimi lavoratori della Laminam,
chi vuole fare l’amministratore in maniera seria deve avere a cuore gli interessi di chi lavora nelle aziende del territorio ma soprattutto tutelare la salute dei propri concittadini. Personalmente ho sempre cercato di fare sintesi, tenendo insieme posizioni diverse e cercando soluzioni condivise dopo aver approfondito i problemi con serietà e raziocinio. Per questo ritengo importante rispondere alla vostra lettera, così come sempre ho sempre fatto in questi mesi con chi, in modo educato e civile, chiedeva di prendere posizione.
Partiamo da un punto che mi sembra giusto sottolineare: gli amministratori locali, regionali e nazionali del centrosinistra, insieme ai sindacati, hanno fatto il massimo in questi mesi per riuscire a mantenere e aumentare i posti di lavoro in Valtaro e lo continuiamo a fare ogni giorno. Certamente ricordate i tanti incontri fatti durante la crisi della vecchia vostra azienda e le varie proposte per trovare una soluzione. Questo lavoro ha portato ai suoi frutti: l’impresa è stata salvata e rilanciata con investimenti importanti e ora può avere un grande futuro, grazie alla vostra professionalità. Questo dimostra la grande attenzione per chi lavora, ma anche il nostroattaccamento al territorio e al suo sviluppo economico, sociale e culturale.
Come ben sapete in queste settimane la “questione Laminam” è stata al centro di tante discussioni con prese di posizione spesso legittime, ma in alcuni casi fuori dai limiti dell’educazione e del buon gusto. In tanti hanno provato a cavalcare le polemiche gettandobenzina sul fuoco, un po’ per avere visibilità, un po’ per audience, un po’ per cercare consenso elettorale. In questi giorni complessi ho sempre avuto piena fiducia nell’operato della giunta guidata dal Sindaco Diego Rossi e delle istituzioni coinvolte nella conferenza dei servizi, che hanno saputo affrontare questo problema con attenzione e profondità, non cadendo nel tranello di polemiche esagerate.
Non è stato facile, ma sono convinto che chi si prende l’onere e l’onore di amministrare un territorio, se vuole farlo nel modo giusto, deve essere capace di tenere la barra dritta e continuare a lavorare per trovare soluzioni nell’interesse di tutti non lasciando indietro nessuno. Dopo settimane roventi, un risultato è stato raggiunto: sospensione dei lavori per 10 giorni per permettere l’installazione di appositi filtri che abbattano le emissioni e garanzia del mantenimento dei posti di lavoro. Il merito di questa conclusione, come anche voi riconoscete, è per la maggior parte di Diego Rossi e della sua squadra, a loro va il mio mio plauso.
Nella conclusione della vostra lettera chiedete di a stare vicino alla Laminam e ai suoi dipendenti: a nome mio, ma credo di poter parlare per tutti gli amministratori della Valtaro, vi posso assicurare che continueremo ad essere al vostro fianco e a sostenere il percorso di crescita della nostra valle nell’interesse comune e nella piena tutela della saluta pubblica di chi ci abita e delle future generazioni”.
Facebook Comments

comments
  • Purtroppo LAMINAM è abituata a fare i comodi suoi. LAMINAM ha inventato il Fotovoltaico su ceramica, vedere i video:
    https://www.youtube.com/watch?v=BUsucYr8LGA
    https://www.youtube.com/watch?v=zQJ723HIIY4
    La capogruppo System SpA del fondatore e presidente Ing. Franco Stefani ha creato la divisione Fotovoltaico “System Photonics” e assieme a LAMINAM hanno costruito e venduto pannelli fotovoltaici su lastre di ceramica di grande formato e piccolo spessore. Facevano pagare e fornivano garanzie ultradecennali sui difetti del prodotto e sulla produzione di energia elettrica. Sembravano aziende serie e responsabili. La delusione è arrivata dopo poco tempo al verificarsi di difetti sul prodotto e sul funzionamento dei pannelli fotovoltaici. Le ditte interessate non mantengono le garanzie che fornivano all’acquisto. Controllaste voi stessi:
    https://www.facebook.com/681080662060944/photos/pb.681080662060944.-2207520000.1480606475./728833000619043/?type=3&theater
    https://www.facebook.com/681080662060944/photos/pb.681080662060944.-2207520000.1480606475./728833060619037/?type=3&theater
    https://www.facebook.com/681080662060944/photos/pb.681080662060944.-2207520000.1480606475./728833120619031/?type=3&theater
    https://www.facebook.com/681080662060944/photos/pb.681080662060944.-2207520000.1480606475./728828870619456/?type=3&theater
    Il lupo perde il pelo ma non il vizio!

  • leave a comment

    Create Account



    Log In Your Account