«L’aria è insopportabile» anche Ponte Fossa si ribella alla puzza della ceramica

«L’aria è insopportabile» anche Ponte Fossa si ribella alla puzza della ceramica

Puzza di plastica bruciata, oltre 90 messaggi arrivati ieri: i cittadini chiedono controlli all’impianto per la produzione di ceramica. Leggi qui il post dedicato

Troviamo sul web l’analoga situazione nell’altro paese che ospita la stessa ditta di produzione di ceramiche.

Fiorano. I residenti tornano a protestare non convinti dai controlli di Arpa che ha certificato il cattivo odore delle emissioni negandone però la tossicità

Tratto dalla Gazzetta di Modena del 07 settembre 2016 (grazie Giovanna)

«FIORANO. Dopo diversi mesi dalla prima protesta, senza esito, tornano in campo i residenti di Ponte Fossa, frazione tripartita al confine fra Fiorano, Formigine e Sassuolo, alle prese con emissioni che generano cattivi odori a livelli ormai tali da rendere impossibile tenere le finestre aperte. I residenti non sono tanti, la frazione si trova proprio nel mezzo della zona industriale, al crocevia fra via Radici in piano e via Ghiarola nuova, circondata da capannoni e ciminiere. A vivere il problema sono comunque diverse famiglie. Tutto è andato bene per anni ma le cose sono cambiate dal 2015. Emissioni odorose, con effetti anche sugli occhi, fino al bruciore nelle ore di diffusione più intense e magari di vento in direzione delle case. Mesi fa gli abitanti hanno interessato i Comuni di Fiorano e Formigine e hanno richiesto l’intervento dell’Arpa. Alla fine l’origine del problema sembra l’abbiano scoperta. «Arpa è uscita e ha fatto i rilievi – spiega un portavoce – e prima a livello di ipotesi, poi in modo più ufficiale, ha confermato che le emissioni provengono dallo stabilimento Laminam, a pochi metri dalle nostre case. Con la zona industriale e con i nuovi stabilimenti abbiamo sempre avuto una convivenza senza gravi problemi. Da un anno a questa parte qualcosa è cambiato, qualche modifica nello stabilimento, una nuova produzione, non lo sappiamo. Il fatto è che gli odori sgradevoli, che a noi sembrano appartenere a qualche tipo di solvente ma questo l’Arpa non ce lo ha ancora specificato, raggiungono soprattutto verso sera livelli di intensità insopportabili. L’unica possibilità è tenere le finestre chiuse e in questi mesi caldi è una situazione molto difficile». Una petizione è già stata presentata alle amministrazioni comunali e qualche rappresentante di Arpa e dei municipi è stato incontrato. «Da quello che ci hanno detto non si tratta di emissioni tossico-nocive e qui sta anche il problema: per le emissioni che diffondono semplicemente cattivo odore, ci dicono, non ci sono regolamenti specifici e quindi per ora non si sa come intervenire. Ci aspettiamo comunque un supplemento di analisi perché almeno sull’aspetto della salute vorremmo essere rassicurati. E comunque non possiamo lasciar passare senza reagire questa situazione. Avevano ipotizzato che fosse tutto risolto per settembre, ma non è cambiato nulla, se le cose resteranno così siano pronti ad altre proteste, magari anche in strada, in modo che ci vedano e ci ascoltino». Disponibile il sindaco Tosi: «Non ho incontrato i residenti direttamente, ma so della loro petizione e continueremo a interessare i nostri uffici perché si trovi una soluzione. Spero di avere a breve aggiornamenti». Laminam è uno dei principali stabilimenti di produzione di impianti e lastre ceramiche di grandi dimensioni. L’idea di partenza è di Franco Stefani e della System, sviluppata poi con un marchio proprio.»

Leggi anche Puzza di plastica bruciata, oltre 90 messaggi arrivati ieri
E le testimonianze Messaggi dei borgotaresi incazzati  

Facebook Comments

comments
  • LAMINAM è abituata a fare i comodi suoi. LAMINAM ha inventato il Fotovoltaico su ceramica, vedere i video: https://www.youtube.com/watch?v=BUsucYr8LGA https://www.youtube.com/watch?v=zQJ723HIIY4 – System SpA del fondatore e presidente Ing. Franco Stefani ha creato la divisione Fotovoltaico “System Photonics” e assieme a LAMINAM hanno costruito e venduto pannelli fotovoltaici su lastre di ceramica di grande formato e piccolo spessore. Facevano pagare e fornivano garanzie ultradecennali sui difetti del prodotto e sulla produzione di energia elettrica. Sembravano aziende serie e responsabili. La delusione è arrivata dopo poco tempo al verificarsi di difetti sul prodotto e sul funzionamento dei pannelli fotovoltaici. Le ditte interessate non mantengono le garanzie che fornivano all’acquisto. Controllaste voi stessi: https://www.facebook.com/681080662060944/photos/pb.681080662060944.-2207520000.1480606475./728833000619043/?type=3&theater https://www.facebook.com/681080662060944/photos/pb.681080662060944.-2207520000.1480606475./728833060619037/?type=3&theater https://www.facebook.com/681080662060944/photos/pb.681080662060944.-2207520000.1480606475./728828870619456/?type=3&theater https://www.facebook.com/681080662060944/photos/pb.681080662060944.-2207520000.1480606475./728833120619031/?type=3&theater

  • leave a comment

    Create Account



    Log In Your Account